radiation_0

HERCA’s Meeting on Justification in Medical Imaging

Si è svolto a Bruxelles il 25 e 26 ottobre 2012 un meeting Europeo promosso da HERCA sul rischio da radiazioni ionizzanti connesso alle procedure diagnostiche o interventistiche.

HERCA è un network di enti, associazioni, governi che intende formulare proposte nei confronti della comunità e dei governi Europei attinenti a campi diversi, e tra questi quello della prevenzione del rischio radiologico per i pazienti.

Hanno partecipato alla riunione rappresentanti di differenti Paesi Europei che a loro volta rappresentavano diversi soggetti interessati alla problematica: le associazioni Europee dei radiologi, dei fisici radiologi, dei tecnici di radiologia, il WONCA Europa in rappresentanza dei medici di famiglia, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le associazioni di pazienti, alcuni ministeri della sanità europei. Lo scopo dell’incontro era quello di definire, sulla scorta di una bozza preparata dai coordinatori di HERCA, un set di azioni da proporre alla Comunità Europea al fine di ridimensionare il crescente numero di indagini e procedure radiologiche inappropriate.

Il meeting è stato molto fruttuoso, affrontando le diverse tematiche connesse al rischio radiologico sotto punti di vista differenti. Sono stati presentati lavori scientifici ed esperienze sul campo che hanno contribuito a definire obiettivi e azioni. Così ad esempio è stato affrontato il problema di come rendere tracciabile l’applicazione del principio di giustificazione, che dovrebbe essere preso in considerazione al momento della prescrizione di un esame radiologico o di una procedura interventistica (In tabella1 sono esemplificate le principali cause di inappropriatezza ed è esplicitata una procedura, utile al medico che prescrive un esame radiologico, per applicare coerentemente il principio di giustificazione).

Molti studi, tra cui quello italiano promosso nel 2011 da WONCA Italia, hanno mostrato un insufficiente livello di conoscenza dei medici prescrittori in tutta Europa, rendendo indispensabile una azione formativa appropriata non solo negli studi universitari e di specializzazione ma anche nella formazione medica continua. Per quanto riguarda le linee-guida sull’utilizzazione delle tecniche di imaging è stato valutato che esse esistono in molti Paesi, ma che i medici non le conoscono e quindi non le applicano.

Cause principali di uso inappropriato della radiologia

Domande a cui dovrebbe rispondere il medico al momento della prescrizione

Esami ripetuti che sono già stati eseguiti E’ già stato fatto?
Intraprendere indagini radiologiche quando il risultato probabilmente non modificherà la gestione della malattia Ne ho davvero bisogno?
Investigare troppo precocemente Ne ho bisogno subito?
Prescrivere le indagini sbagliate E’ questa l’indagine migliore?
Non fornire le informazioni cliniche appropriate e le domande a cui l’indagine radiologica dovrebbe rispondere Ho illustrato bene il problema nella prescrizione?
Eccesso di investigazione Sono tutti esami necessari?

Su concessione di Maria Perez del Rosario – WHO, Traduzione Ernesto Mola
 

Da queste è molte altre considerazioni, tenendo in considerazione le sensibilità e le esperienze degli organismi presenti al meeting, sono scaturite le proposte di un piano d’azione per la Comunità e i governi Europei necessarie per favorire l’appropriatezza prescrittiva e scoraggiare l’uso indiscriminato e inutile delle procedure che comportano il rischio da radiazioni ionizzanti. Entro la metà del prossimo anno sarà stilato ed approvato il documento finale che costituirà una base fondamentale per la Comunità Europea per la prevenzione del rischio radiologico.

Ernesto Mola
Rappresentante di WONCA Europe al meeting HERCA